Archivio per aprile, 2012

Campionato alle battute finali, anzi finalissime. Per la gioia di alcuni tifosi ( bianconeri ) e la tristezza di altri ( milanisti ), desiderosi di avere più tempo per riprendere la “gobba” che scappa. In tutto questo, due notizie bomba: Ibrahimovic rischia seriamente di rompere il suo sculettato trend positivo ( 2 con la juve, 2 con l’inter, uno con il Barcellona e l’ultimo con il milan, senza contare i titoli nazionali conquistati con i lancieri dell’aiax), mentre l’Inter rischia di diventare l’arbitro della lotta scudetto, nel caso di rallentamento juventino. (altro…)

In un campionato già segnato nel duello di vertice, tutte le attenzioni sono incentrate nella lotta al terzo posto, valevole per la champions league 2012/2013. Sono ben 4 le squadre che si dividono la terza piazza, Lazio, Udinese, Inter e Napoli, appaiate a 55 punti a tre giornate dalla fine. (altro…)

E’ una big la squadra più martoriata dagli arbitri in Europa. Non una big qualsiasi ovviamente, perchè sarebbe impossibile trovarsi un Real Madrid, un Barcellona, un Bayern o un Milan in cima a questa speciale classifica. (altro…)

Un popolo che perde il suo amato re. Una squadra che vede svanire il proprio portavoce nel mondo. Napoli-Lavezzi è una questione ancora tutta da risolvere. (altro…)

E’ sempre il solito Moratti, preoccupato più ad investire su attaccanti veloci e di fantasia piuttosto che sistemare una mediana instabile e che quest’ anno è stato il vero e proprio tallone di achille della squadra. (altro…)

«Sono stanco. Sono trascorsi 4 anni, il tempo è passato, non è una situazione semplice per me, però cercherò di spiegare come mi sento. Sono stato prima giocatore e poi allenatore di questa squadra. Questa è sempre stata casa mia. Quattro anni sono un’eternità in una squadra grande come il Barca, mi dispiace se la mia incertezza sul futuro ha generato qualche problema, è che sono stanco ed è il momento di lasciare. Ma sono contento e orgoglioso di quanto fatto»

Non dev’ essere stato facile per Pep Guardiola lasciare la più grande squadra del mondo, quella che tifa da quando era bambino e che lo ha lanciato nel calcio che conta. Ai catalani ha dato tutto e ricevuto altrettanto, ma anche le belle favole sono destinate a finire. Eppure qualcosa non torna. (altro…)

Dopo tanto silenzio, Massimo Moratti torna a parlare della Juventus che, come era lecito aspettarsi, ha minacciato di mettere la terza stella sulla maglia in caso di scudetto. (altro…)

Il futuro è in mano ai giovani, regola valida non solo nella vita quotidiana ma anche nel calcio. Peccato però che in Italia non si comprende a pieno ciò. Calciatori giovani e promettenti ne abbiamo anche tanti, basti pensare al favoloso vivaio dell’Inter che quest’anno ha vinto la Champions League primavera (altro…)

E’ andata esattamente come nessuno si aspettava: le due grandi del calcio mondiale eliminate in semifinale di champions league. Bayern – Chelsea è la finale che non ti aspetti, quella di due squadre che ad inizio stagione deludevano in campionato e non stupivano in Europa. (altro…)

Il recupero della 33.ma giornata di serie A non cambia le carte in tavola per quanto concerne il duello tricolore. La Juventus espugna Cesena per 1-0 grazie ad un bellissimo goal di Marco Borriello, tornato alle luci della ribalta dopo un lungo periodo senza reti. (altro…)