di Antonio Borsa

Uscire sconfitti da uno stadio caldo come quello del Benfica ci sta, segnare una rete in trasferta, specie se ti chiami Juventus ed in casa non perdi mai, significa avere oltre l’80% di possibilità di raggiungere la finale Leggi il seguito di questo post »

di Gabriele Radaelli

Lisbona, stadio Da Luz (detto dai tifosi “A Catedral”). Va in scena la semifinale di andata della Europa League tra la squadra di casa e la Juventus di Conte. Benfica fresco campione di Portogallo, Juventus quasi campione d’Italia Leggi il seguito di questo post »

di Gabriele Radaelli

All’inizio di aprile il mondo calcistico internazionale entra letteralmente in subbuglio. La FIFA ha ufficialmente sanzionato il Barcellona, uno dei club più ricchi e potenti al mondo, per alcune irregolarità commesse nelle operazioni di mercato degli anni scorsi Leggi il seguito di questo post »

di Antonio Borsa

Il Real Madrid si aggiudica il primo round della sfida che decreterà la finalista dell’edizione 2014 della Champions League Leggi il seguito di questo post »

di Gabriele Radaelli

Invece del solito incontro in metropolitana, questa volta il Mario mi telefona di buon’ora per farmi una proposta, al suo punto di vista, molto allettante: Leggi il seguito di questo post »

di Andrea Triunfo

Termina 0-0 l’andata della prima semifinale di Champions League 2013/2014 tra Atletico Madrid e Chelsea, con la qualificazione aperta ad ogni possibilità Leggi il seguito di questo post »

Calciatori e tattoo: una coppia perfetta (?)

Pubblicato: aprile 23, 2014 da tifosisinasce in FlashNews 24
Tag:

di Agnese Priorelli

Si può diventare un bravo calciatore senza avere un tatuaggio? Pensando e ripensando mi sono fatta questa domanda, perché a memoria, non ricordo un giocatore di serie A che non abbia un tatuaggio più o meno grande come l’ultima cena di Leonardo (Da Vinci) non Bonucci, che sia ben chiaro! Leggi il seguito di questo post »